Collegamento Sentiero Italia: Acerno – Fiumara di Tannera – M.Cervialto – M.Cervarolo – Bagnoli Irpino – Montella – Piano di Verteglia

Kartendarstellung:©OpenTopoMap (CC-BY-SA)Maps © SRTM© OpenStreetMap contributors. Plugin

Map datum: WGS 84 — Sistema di riferimento: UTM — Zona:33 T
Stralcio di mappa Sentiero n°15 Collegamento Sentiero Italia

Caratteristiche tecniche del sentiero


Segnaletica orizzontale: parziale

Segnaletica verticale: mancante

Dislivello in salita: 2.200 m – Dislivello in discesa: 1.750 m

Lunghezza: 49 km – Difficoltà: EE

Durata andata: 21 ore – Durata ritorno: 17 ore

Altitudine massima: 1808 m – Altitudine minima: 495 m

Tipologia: Traversata

Attività possibili sul sentiero: escursionismo a piedi su tutto il sentiero

Informazioni sul sentiero


Avvertenze

Il sentiero ha uno sviluppo complessivo consistente per cui può essere percorso in più tappe. Il numero delle tappe dipende dalle capacità escursionistiche degli interessati a muoversi su fondo molto vario. Le caratteristiche variano, infatti, dal facile, sui tratti asfaltati o cementificati, al difficile, su tracce anche esposte. Nel tratto sull’asta fluviale del Tannera bisogna guadare il fiume molte volte

Come raggiungere il sentiero

Il sentiero è facilmente raggiungibile, anche in auto, attraverso la strada per Acerno, del Lago Laceno e l’Ofantina.

Toponimi del percorso e relative quote

Acerno (720 m) – Ponte Pinzarrino (753 m) – Fiumara (936 m) – Fontana di Don Giovanni (1063 m) – Colle del Leone (1219 m) – M.Cervialto (1808 m) – Valle di Giamberardino (1510 m) – M.Cervarolo (1546 m) – Vallepiana (1181 m) – Valle dei Lupi (1365 m) – Bagnoli Irpino (660 m) – Ponte sul Lacinolo (495 m) – Varco Pellariello (1229 m) – Rifugio Verteglia (1187 m). Acerno-leone 600 in salita 100 in discesa – leone belvedere 600 in salita 650 in discesa – belvedere lupi 200 i salita 0 in discesa –lupi ponte 0 in salita e 970 in discesa – ponte verteglia 740 in salita e 40 in discesa.

Punti di rifornimento idrico durante il percorso

Acerno – Fiumara – Lago Laceno – Bagnoli Irpino – Montella – Sorgente del Pizzillo.

Descrizione

Da Acerno seguire su strada asfaltata per la Valle del Tusciano e di Pinzarrino, in destra orografica, fino al Ponte Pinzarrino dove inizia il sentiero che segue, quasi sempre, il corso del fiume Tannera, affluente del Tusciano. Fino all’opera di presa dell’acquedotto di Acerno si guada il fiume molte volte, altre volte si sale lasciando il fiume, per ritrovarlo più a monte. Dall’opera di presa dell’acquedotto di Acerno si sale per tornanti fino a poco prima della Fontana di Dongiovanni. Prendendo il carraio a sinistra della fontana, si svolta subito a sinistra in leggera salita seguendo lo stradone fino al Prato del Leone dove si svolta a sinistra e, seguendo lo stradone, si arriva a Colle del Leone. Si prosegue a destra seguendo la strada asfaltata per Calabritto per circa 300 m e si sale sul sentiero a sinistra che porta al M.Cervialto. Si segue l’ampio stradone fino a Filicecchio dove, a destra, si lascia lo stradone e si prosegue su traccia di sentiero fino alla cima del M.Cervialto. Superate le doline, dalla cima si prosegue in direzione prevalente a 40° dal Nord verso Valle di Giamberardino. In fondo alla discesa si prosegue a sinistra con direzione prevalente verso Ovest fino ad arrivare ad un incrocio, su sella morfologica, da dove si prosegue a destra in direzione prevalente Nord, sempre su cresta, verso il M.Cervarolo di Bagnoli, il Lagaretto e Vallepiana dell’Aria della Spina. Giunti alla strada asfaltata Laceno – Lioni, attraversando la strada, si prende il sentiero per Vallepiana in direzione quasi Est, attraversando ancora una volta la strada e si raggiunge l’incrocio di Salve Regina. Si prosegue sul sentiero a sinistra in direzione prevalente Nord NordOvest fino alla Valle dei Lupi e, toccando per un breve tratto la strada asfaltata, raggiungendo il Pozzo di S.Guglielmo. Si prosegue sul sentiero evidente a sinistra della stradina verso il Pozzo di Bagnoli che viene raggiunto su sterrato. Dal Pozzo di Bagnoli si prosegue su traccia di sentiero per la Valle dei Porci in direzione prevalente NordOvest fino ad incrociare il sentiero dei Boscaioli che viene seguito fino a Fieste e alla Cappella della Pietà. Bagnoli Irpino viene raggiunto passando per S.Vito. Da Bagnoli Irpino si prosegue su stradina asfaltata/cementificata in direzione prevalente Ovest, si passa sotto linea ferroviaria, si svolta a sinistra quando si arriva ad un incrocio a T e alla Cascata della Lavandaia sul Fiume Calore. Seguendo la strada asfaltata in direzione Ovest, quasi subito dopo si prende a sinistra e, per la stradina asfaltata che porta al Monastero del Monte, si arriva al piazzale del Castello. Si prosegue salendo su sterrato in direzione prevalente Ovest arrivando prima all’Acqua del Pizzillo e poi, valicando per il Varco Pellariello, si arriva al Piano di Verteglia. La vegetazione e la fauna, sono quelle tipiche dei Monti Picentini. Si consiglia di percorrere l’intero sentiero in 3 tappe. La prima tappa si potrebbe concludere a Colle del Leone, con pernottamento al Lago Laceno, dopo aver percorso circa 10 Km e superato circa 600 m di dislivello in salita e 100 m in discesa, in 5 ore circa. La seconda tappa, iniziata da Colle del Leone, si potrebbe concludere a Vallepiana, dopo aver percorso altri 12 Km circa e superato un dislivello di 600 m in salita e 650 m in discesa, in circa 6 ore. Pernottamento consigliato ancora Lago Laceno. La terza tappa potrebbe essere Vallepiana – Verteglia, di 27 Km, dislivello di circa 1000 m in salita e 1000 m in discesa, in circa 10 ore.

Guarda le immagini della nostra galleria

 149 Visite totali,  2 visite odierne